Ci siamo. Dopo tanti sforzi sei arrivato all’ultimo passo, quello che permetterà di decidere all’azienda a cui hai mandato il Curriculum Vitae se assumerti oppure no: il tanto temuto colloquio tecnico.
Nella maggior parte dei casi, questo è il momento in cui i candidati entrano nel panico. Sono sicuro che anche tu, preso dalla paura di fare male, hai digitato su google come superare il colloquio tecnico ed oltre a questo risultato te ne sono usciti tanti altri dal titolo come prepararsi per il colloquio tecnico.

Prepararsi? Quindi davvero devo studiare?!?!

Fermo la! Fai un bel respiro e leggi bene quello che ho da dirti. Torniamo un attimo alle basi.

A cosa serve il colloquio tecnico?

A differenza del colloquio conoscitivo, il cui obiettivo è valutare l’attitudine caratteriale e motivazionale del candidato, il colloquio tecnico, in teoria, serve a valutarne le conoscenze pratiche richieste dall’attività che andrebbe a svolgere.

Questo porta tantissimi candidati a chiedersi cose tipo cosa mi chiederanno? oppure cosa devo studiare per passare il colloquio tecnico? come se fosse un esame universitario.

Nulla di più sbagliato. Se noti, ho scritto in teoria perchè all’atto pratico per superare il colloquio tecnico è ancora più importante la motivazione del precedente.

Devi considerare che, se nel precedente colloquio ti sei trovato a che fare con un’addetto del reparto risorse umane, questa volta sarai faccia a faccia con una persona esperta in materia, con cui lavorerai a stretto contatto nel caso in cui venissi assunto.
Questa persona sarà ancora più interessata ad assumere un futuro collega con cui sia piacevole lavorare, quindi ecco che la componente umana diventa ancora più importante di quella tecnica.

Regola #1: instaura un buon rapporto fin dal primo momento

Il consiglio sembra banale, ma è semplice quanto efficace. Solitamente è una dote innata, che tutti hanno o possono tirare fuori se vogliono.
Comunque per migliorare sotto questo aspetto consiglio la lettura del libro Come trattare gli altri e farseli amici di Dale Carnage.

Ne avevo già parlato in questo post se vuoi sapere cosa ne penso.

Con questo non sto dicendo che non serve sapere assolutamente nulla riguardo il lavoro per cui ti stai candidando, altrimenti sarebbe troppo facile. Chiunque potrebbe mentire sul CV, arrivare al colloquio tecnico e farsi assumere solo con la simpatia.

Dico solo che c’è modo e modo per dimostrare le proprie capacità. Quello più efficace consiste nell’interagire il più possibile con il selezionatore, parlando in modo pertinente del ruolo che si è chiamati a svolgere.

Regola #2: chiedi e proponi

Come si fa a parlare in modo pertinente di una cosa che non si conosce bene? Semplice: facendo domande.

Parto dal presupposto in cui, se l’azienda si è sbilanciata nello scrivere un annuncio di lavoro, vuol dire che ha un problema da risolvere, e potresti essere proprio tu il loro supereroe.

come superare il colloquio tecnico se sei medioman? anche lui ce la farebbe...

Quindi non c’è nulla di male nel chiedere qualche esempio di progetti su cui saresti chiamato a lavorare, oppure come si svolga la tipica giornata lavorativa.
Parlando, inoltre, usciranno sicuramente fuori delle problematiche di cui ancora non esiste la soluzione, ed è in quel momento che potrai addirittura proporre una qualche idea per trovarla.

Un po’ come offrire un assaggio gratuito delle tue competenze, lasciando qualcosa di tuo all’azienda prima ancora di essere effettivamente un suo dipendente.

A posteriori, devo ammettere che è stata proprio questa la chiave di volta che mi ha permesso di superare brillantemente il colloquio tecnico per l’azienda in cui lavoro attualmente.

Ovviamente delle domande per capire il tuo percorso e scoprire le tue conoscenze verranno fuori, ma avranno un peso molto inferiore a quello che si può immaginare. L’importante, se non si conosce la risposta, è essere sempre sinceri e far trasparire la voglia di imparare il più possibile.

La verità è che non importa se sei un neolaureato o semplicemente senza molta esperienza in quell’ambito. Le skills tecniche si imparano strada facendo, il carattere è innato.

Se vuoi saperne di più su come raggiungere facilmente il colloquio tecnico, con un Curriculum Vitae impossibile da rifiutare, prenota subito la tua consulenza GRATUITA!