Ci sono due frasi che mi fanno inorridire e mi mandano in bestia, che mi è capitato di sentire spesso negli ultimi anni.

La prima è “Ora che mi sto per laureare posso iniziare a creare il mio profilo LinkedIn” detta da studenti universitari in procinto di prendere la magistrale.
La seconda, forse ancora più bella: “Non mi faccio LinkedIn perché non voglio che il mio capo e i colleghi pensino male” (Se davvero esistono persone che discriminano sul lavoro in base a questo… scappate a gambe levate!)

Entrambe le affermazioni stanno a significare solo una cosa: chi le ha dette non ha capito nulla di cosa sia ed a cosa serve LinkedIn.
L’utente medio da risposte quali “Linkedin è un sito che ti permette di trovare annunci di lavoro e rispondervi

a cosa serve linkedin

Cos’è LinkedIn?

Si possono trovare decine di definizioni online, qui ve ne lascio una in più.

Linkedin è semplicemente un social network, un po’ come Facebook, con una netiquette (il galateo che del mondo online) diversa dagli altri social network. Dedicato al mondo business ed aziendale.

Il fatto che permetta di scrivere e rispondere ad annunci di lavoro, se vogliamo è semplicemente un effetto collaterale dato dalla capacità di aggregare una marea di persone in target per le aziende.

A cosa serve LinkedIn?

Si ok, tutto molto bello, ma quindi a cosa serve?

Come ho scritto, si tratta di un Social Network, quindi la sua funzione principale è fare networking tra persone, colleghi, vecchi compagni di scuola…
Immagina di voler dare una svolta alla tua vita e di ripartire da zero in un altro continente, magari in Australia. Aver mantenuto contatti con quel tuo vecchio compagno del liceo che fa il project manager a Sidney, ti può tornare molto comodo adesso.

Un altro utilizzo che ne faccio io è tenermi aggiornato sui trend del momento, vedere quali sono le figure professionali più ricercate e quali sono le novità, tecnologiche e non, introdotte dalle aziende.
Anche se state lavorando come dipendenti presso una grande azienda, documentarvi sulle novità del mercato in cui lavorate vi darà una marcia in più da spendere durante le ore in ufficio. Conoscere chi sono i competitor, cosa fanno bene, come si possono implementare le novità per stare al passo col mercato… sono tutte cose che vi faranno alzare la testa da quella scrivania e vi potranno dare una visione d’insieme di come funziona una grande azienda.

Tornando alle due frasi iniziali: se non hai ancora un profilo Linkedin non hai fatto altro che perdere tempo prezioso fino ad ora e con molta probabilità stai brancolando nel buio, ignaro dei trend che si stanno sviluppando nel mondo del lavoro.

Quale migliore occasione di dover stare a casa forzatamente per dedicare un po’ di tempo alla creazione del profilo LinkedIn?

Se hai bisogno di supporto e consigli, non esitare a chiedere nel gruppo ufficiale Facebook, troverai me e tante persone disposte ad aiutarti!